Teorie di gestione: competenze manageriali, conoscenze tecnologiche e competenze simili sono necessarie per avere successo sul posto di lavoro. Possedere un'abilità di gestione è indispensabile per far parte del profilo del manager. Le teorie di gestione aiutano ad aumentare la qualità del servizio e la produttività organizzativa.

Tutti i manager non usano il singolo concetto o teoria durante l'implementazione delle strategie in ufficio. I gestori utilizzano una combinazione di una serie di concetti che dipendono dalla forza lavoro, dallo scopo e dal luogo di lavoro. Le popolari teorie di gestione utilizzate nel lavoro sono la teoria del caos, la teoria della contingenza e la teoria del sistema. La teoria X e Y che affronta le strategie di gestione per motivare i dipendenti è anche implementata per aumentare la produttività del lavoratore.

Comprendere le teorie di gestione è l'unico modo per scoprire quale teoria è adatta e vantaggiosa in base alle circostanze sul posto di lavoro. Scopri se una sola teoria in sé è sufficiente per gestire la situazione o la combinazione di teorie sarebbe di aiuto. Tuttavia, questo potrebbe essere fatto solo se hai studiato e sei completamente consapevole delle teorie di gestione.

Teorie di gestione importanti

Esistono diverse teorie di gestione ai fini dell'attività manageriale in ufficio. Tuttavia le teorie più comunemente utilizzate per gestire il lavoro e il funzionamento da parte dei dirigenti sono le seguenti:

  • Teoria della contingenza

Questa teoria sottolinea che le decisioni prese dal manager si basano sulle circostanze attuali piuttosto che seguire il metodo a misura unica. Il gestore adotta un'azione appropriata a seconda delle caratteristiche significative per la situazione attuale. Un leader dell'esercito vorrebbe utilizzare un approccio autocratico mentre il manager dell'università vorrebbe utilizzare un approccio di leadership che abbracci la partecipazione dei dipendenti.

  • Teoria dei sistemi

I manager con una buona conoscenza della teoria dei sistemi identificano come un dipendente influenza il sistema che li circonda e come i diversi sistemi influenzano un lavoratore. Un sistema comprende varianti di parti che funzionano insieme per raggiungere l'obiettivo. La teoria del sistema è un ampio punto di vista che consente ai manager di osservare gli eventi e i modelli nello spazio ufficio. Il che a sua volta aiuta i manager a combinare i programmi per esibirsi come un tutto combinato per l'intera missione o obiettivo dell'azienda piuttosto che per i dipartimenti isolati.

  • Teoria del caos

Il cambiamento è necessario e perpetuo. Situazioni ed eventi specifici all'interno dell'azienda possono essere controllati efficacemente, mentre altri no. Per quanto riguarda la teoria del caos, si identifica che il cambiamento è inevitabile e raramente controllato. Man mano che l'azienda avanza, la complessità e la possibilità di eventi sensibili aumentano. Le aziende aumentano l'energia per mantenere la complessità di nuovo livello. Man mano che le aziende spendono più energia, è necessaria più struttura per mantenere la stabilità. L'organizzazione continua a svilupparsi e cambiare.

  • Teoria X e Teoria Y

La teoria della gestione che un individuo sceglie di applicare è fortemente soggettiva per le credenze sugli atteggiamenti del dipendente. I manager che credono che i dipendenti manchino di ambizione in modo naturale e abbiano bisogno di incentivi per aumentare la produttività si inclinano verso lo stile della teoria della gestione X. Mentre crede alla teoria Y è che i dipendenti sono naturalmente determinati e si assumono la responsabilità. I manager che tendono a seguire i valori della Teoria X usano spesso uno stile di controllo dominante, i leader della Teoria Y ispirano la partecipazione dei dipendenti.

Teoria della gestione sul posto di lavoro per la motivazione

Tra le diverse teorie aziendali esistenti nel governo societario, una teoria motivazionale che può essere applicata dal management nella maggior parte delle circostanze è la teoria dell'equità sull'ispirazione professionale, che tratta che le condizioni e i salari non sono adeguati per motivare il personale.

Corsi consigliati

  • Formazione online sulle tecniche di marketing della guerriglia
  • Corso di certificazione in Nozioni di base sull'email marketing
  • Corso di marketing virale online

Teoria dell'equità

Niente come la motivazione di base che comporta l'offerta di una ricompensa come pagare per l'azione. La teoria dell'equità guarda oltre il singolo e comprende i fattori nella sua impostazione che possono aver influenzato la motivazione attraverso il confronto. La teoria indica chiaramente che quando un individuo si confronta con il suo collega e scopre un risultato equo, sarà più motivato. Mentre d'altra parte confronta e trova il risultato ingiusto o diseguale rispetto al suo collega tenderà ad essere meno motivato. Il principio della teoria dell'equità sta nel senso della motivazione attraverso un'apparente equità.

Come funziona la teoria dell'equità

Quando un individuo confronta il suo rapporto di input e output con i rapporti di input e output dei lavoratori che li circondano, l'individuo sostiene la teoria dell'equità. Il confronto tra i rapporti di input e output si trasforma in un punto di riferimento per la motivazione della persona e se tale motivazione diminuirà o continuerà. Quindi, la teoria dell'equità opera in due modi. Il primo riguarda la persona che valuta il rapporto tra input e output. Il secondo comprende la persona che valuta i rapporti di input e output dei collaboratori. L'impegno, la lealtà e l'abilità fanno parte dell'input mentre lode, ricompensa finanziaria e aumento della responsabilità fanno parte dell'output.

Importanza della teoria dell'equità

La teoria dell'equità è uno strumento commerciale indispensabile per valutare la soddisfazione del dipendente, il rapporto tra produttività e motivazione e come aumentare la motivazione per raggiungere e migliorare gli obiettivi e gli obiettivi dell'azienda. Ad esempio, un lavoratore laborioso potrebbe credere che gli venga corrisposto un giusto salario fino a quando non viene a conoscenza del fatto che è uno dei dipendenti meno retribuiti del personale. Questa conoscenza potrebbe indurlo a non ispirarsi, il che a sua volta potrebbe rappresentare una minaccia per il successo dell'azienda.

Teorie di gestione di base

Esistono teorie e modelli di gestione di base associati a leadership e motivazione che possono essere applicati per superare i problemi e la situazione pratica.

La sezione riguarda:

  • Teoria delle relazioni umane
  • Teoria della gestione classica
  • Teoria del sistema
  • Teoria delle relazioni neo-umane

Teorie delle relazioni umane

La teoria della relazione umana si occupa ragionevolmente di fattori umani. La teoria delle relazioni umane si concentra su ispirazione, leadership e motivazione del gruppo. Al centro degli sforzi ci sono le ipotesi sul rapporto tra manager e lavoratore.

  • L'enfasi era sul comportamento dell'essere umano all'interno dell'organizzazione.
  • Si afferma che le persone richiedono fattori decisivi per raggiungere l'efficacia nell'organizzazione.
  • Secondo la teoria, i dipendenti sono descrittivi e si sforzano di prevedere il comportamento in azienda.
  • Un motivo è una forza trainante o un'esigenza all'interno di una persona. La procedura di motivazione include la selezione tra forme alternative di azione per raggiungere gli obiettivi o il fine desiderati.

Teoria della gestione classica

La gestione avviene all'interno di un'impostazione amministrativa strutturata con ruoli consigliati. È diretto al raggiungimento degli obiettivi e degli obiettivi influenzando gli sforzi degli altri.

La teoria della gestione classica

  • Segni sulla struttura
  • Rigoroso su ciò che è giusto per l'azienda.
  • Gestisci praticamente

Henry Fayol è stato il primo a definire la gestione che è familiare nel presente come comandare, organizzare, prevedere e pianificare, controllare e coordinare. I concetti e la terminologia di base sono stati forniti anche da Fayol, che i futuri ricercatori hanno elaborato come una catena scalare, una divisione del lavoro, centralizzazione e unità di comando.

Termini chiave della teoria della gestione classica

  • Divisione del lavoro: sviluppa la pratica e la familiarità tra il personale. Inoltre riduce lo sforzo o l'attenzione per una persona o un gruppo.
  • Disciplina: un evidente segno di rispetto per gli accordi informali o formali tra i dipendenti e l'azienda.
  • Unità di comando : un uomo superiore
  • Iniziativa: nei limiti della disciplina e dell'autorità tutti i livelli di personale dovrebbero essere motivati ​​a mostrare iniziativa.
  • Unità di direzione: un superiore con un piano per un gruppo di compiti con obiettivi simili.
  • Ordine: una persona giusta nel posto giusto. Lavorazione eseguita in un ordine appropriato.

Teorie del sistema

L'attenzione sull'organizzazione ha iniziato a concentrarsi sui sistemi con un numero di sottosistemi correlati. Il metodo di sistema ha fatto uno sforzo per sintetizzarsi con gli approcci classici e successivamente con gli approcci alle relazioni umane che si concentrano sugli aspetti sociali e psicologici che evidenziano i bisogni di un essere umano nei confronti delle persone senza organizzazione.

La teoria dei sistemi è focalizzata sull'interdipendenza e la complessità delle relazioni. Il Sistema è formato da regolari gruppi interdipendenti o interagenti di attività o parti che formano il tutto emergente.

La dinamica del sistema che fa parte della teoria dei sistemi è una tecnica per comprendere il comportamento attivo di sistemi complessi. La base del metodo è il riconoscimento della struttura del sistema: le relazioni interconnesse, molte circolari, occasionali e ritardate nel tempo tra i suoi componenti sono indispensabili per determinare il comportamento dei singoli componenti stessi.

Lo scopo dei teorici dei sistemi era quello di trovare la teoria dei sistemi generali in grado di spiegare tutti i sistemi parte del campo scientifico. Il termine risale alla teoria dei sistemi generali. Molti sociologi hanno lavorato per una teoria generale dei sistemi. Nel presente, nessuna teoria dei sistemi può sostenere l'affermazione che ci sono principi generali nei sistemi che sono presenti in tutti i sistemi. Ad esempio, ogni sistema è una collaborazione di elementi che costituiscono l'insieme.

La teoria dei sistemi ha assunto una visione più completa dell'azienda focalizzandosi sull'intero lavoro dell'organizzazione e sulle interrelazioni tra comportamenti umani e strutturali producendo una vasta gamma di variabili all'interno dell'azienda. Ci aiuta a comprendere le interazioni tra le organizzazioni, i gruppi, gli individui, i grandi sistemi sociali, le comunità e i loro ambienti. Ci aiuta a migliorare la comprensione di come funziona il comportamento umano in una situazione.

Un sistema è insieme o parte allo stesso tempo. Ad esempio: è richiesta anche una serie di discipline insieme a professionisti dei vari settori con autorità.

Termini chiave della teoria dei sistemi

  • Confine: una linea immaginaria focalizzata attorno al sistema. Regola l'energia, ovvero: risorse, informazioni dentro e fuori dal sistema.
  • Sottosistema: una parte del sistema focale. Ad esempio: in una famiglia potrebbe essere un genitore o i bambini. È indicato come sottosistema parentale o sottosistema di pari livello.
  • Sistema focale: il sistema su cui si concentra l'attenzione in un determinato momento. Ad esempio: il principale impianto di produzione.
  • Sistema aperto: il sistema aperto ha uno scambio relativamente più libero di informazioni e risorse all'interno del sistema. Inoltre, consente un passaggio relativamente libero di energia da e verso l'esterno del sistema.
  • Suprasistema: è una parte esterna del sistema focale, è parte dell'ambiente del sistema focale.
  • Sistema chiuso: questo sistema è più autonomo e isolato dall'ambiente circostante.

Teoria delle relazioni umane neo

Il gruppo di psicologi sociali ha sviluppato teorie più complesse:

  • Maslow
  • Likert
  • McGregor
  • Argyris

Maslow è citato come una teoria fondamentale - i bisogni degli esseri umani. Mentre le teorie sulle relazioni neo-umane di McGregor e Herzberg si concentrano sulla leadership e sulla motivazione, ma le teorie sono molto diverse.

Una particolare attenzione alla motivazione umana include:

  • Incentivo
  • Soddisfazione
  • Intrinseco

Maslow: ha proposto una gerarchia di bisogni umani costruita con bisogni di base alla base e bisogni più alti nella parte superiore.

Nella teoria si ipotizza che i bisogni di ciascun livello debbano essere soddisfatti prima di elevare i bisogni al livello superiore successivo.

Nel presente, l'attenzione è rivolta agli elementi verso la cima della gerarchia di Maslow in cui l'ambiente di lavoro e il lavoro o la soddisfazione sono le caratteristiche tipiche. Notevolmente il raggiungimento della fiducia ai vertici della gerarchia.

Secondo la teoria, i manager dovrebbero considerare le aspirazioni e le esigenze dei singoli subordinati.

Likert: teoria che descrive nuovi modelli di gestione basati sul comportamento dei gestori.

McGregor: The Theory X e Theory Y attraverso cui i manager sono stati percepiti. La teoria è citata per fare due notevoli serie di ipotesi sui dipendenti.

Argyris: I bisogni dell'azienda e delle persone sono studiati secondo questa teoria. La forza lavoro diventa cooperativa anziché aggressiva o difensiva solo se le esigenze dei dipendenti sono comprese e integrate con le esigenze dell'organizzazione.

L'applicazione delle teorie di gestione non solo porterà successo all'azienda, ma manterrà il legame con i dipendenti associati all'organizzazione. Quindi, studia e conosci le teorie di gestione per implicarlo in modo sensato.

Articoli consigliati

Ecco alcuni articoli che ti aiuteranno a ottenere maggiori dettagli sulle teorie di gestione sul posto di lavoro, quindi basta passare attraverso il link.

  1. Primi 10 miti sulla gestione dei progetti eliminati
  2. I 8 migliori consigli utili e migliori per la strategia di gestione del cambiamento
  3. Primi 5 tipi di strumenti di reporting per la gestione dei progetti