Potresti essere un artista straordinario al lavoro, ma se non sei bravo nelle abilità sociali non andrai molto lontano. Diventare bravi nelle abilità sociali diventa difficile quando non sai come superare la timidezza sul lavoro. La timidezza è una forma di programmazione. Non sei nato timido. Hai imparato le abitudini e sei cresciuto in un ambiente simile, che il prodotto della tua infanzia ti ha reso timido.

Ora non hai idea di come superare la timidezza. Ma tu non sei solo. Ci sono molti che soffrono di timidezza al lavoro e con diligenza e perseveranza superano la timidezza. Puoi farlo anche tu. Ecco perché ti abbiamo portato questo articolo in modo che tu possa imparare fino in fondo il motivo per cui ti senti timido, quali sono i fattori scatenanti dell'essere timidi, come la timidezza ti impedisce di diventare la migliore versione di te stesso e, infine, come puoi vincere la timidezza.

Tratteremo tutto. Siediti, rilassati e prendi carta e penna. Se puoi, prendi delle note. Superiamo la timidezza insieme, subito.

Perché ti senti timido?

Quindi, ecco la domanda d'oro e se riesci a rispondere correttamente, metà dei tuoi problemi andrà via proprio come il vapore. Vediamo da dove viene la tua timidezza. Ti consigliamo vivamente di esaminare attentamente e avere carta e penna mentre procedi con la lettura di questo articolo. Lo scopo è quello di andare alla radice dei problemi e scoprire il motivo reale.

Ecco alcuni suggerimenti possibili.

  • Soffri di timidezza perché forse hai avuto un'infanzia molto difficile o insicura. Torna alla tua infanzia e scopri 3 storie che ti fanno ancora sentire emotivo. Hai mai vittima di bullismo da parte di qualcuno? Hai mai chiamato con qualche nome durante l'infanzia? I tuoi genitori, parenti o insegnanti ti hanno detto che sei timido, stupido, stupido o non abbastanza bravo. Ritorna alla tua infanzia e scopri tutti gli indizi che puoi mettere in relazione con la tua timidezza ora. Se trovi qualcosa, scrivilo.
  • Forse ti sei sempre detto che sei un po 'timido. Fin dall'inizio della tua consapevolezza, ti sei definito timido. Se questa è la verità, la timidezza è ormai la tua seconda natura.
  • Può succedere che tu abbia ancora sofferto di un trauma infantile che non ti consente di esprimerti completamente. Ti senti confinato nel senso di colpa e se hai voglia di fare qualcosa di nuovo, rimani catturato dal senso di colpa per il tuo passato ancora e ancora e di conseguenza continui ad esprimerti come una persona timida.

I suggerimenti che abbiamo dato sono solo per farti sapere che la timidezza non è una malattia. È un sottoprodotto di una o più delle tue convinzioni limitate. Pensa alle idee che abbiamo dato sopra e medita. Ti viene in mente qualcosa? Usa il seguente questionario per andare alla radice della radice -

  • Cosa provi esattamente quando provi timidezza?
  • Qual è l'unica cosa che ti impedisce di diventare la versione più alta di te stesso?
  • Qual è la cosa peggiore che ricordi da bambino quando eri grande?
  • Come ti definisci?
  • Quale cosa deve succedere subito per riuscire a spazzare via tutta la tua timidezza dalla tua personalità?

No, non stiamo parlando di nessun proiettile magico. Piuttosto stiamo parlando della cosa che ti disturba di più non è la timidezza, ma ciò che nascondi dietro quel camuffamento della timidezza. Devi scoprirlo prima di fare qualsiasi altra cosa. Siediti, prenditi del tempo e cerca un po 'di anima. Una volta arrivato alla radice della radice, capirai che la timidezza non può essere superata e la timidezza può essere gettata via come un panno logoro.

Trigger sociali

Ora, se sei stato dalla timidezza per tutta la tua vita adulta, saresti in grado di sottolineare quando ti viene innescato l'esercizio della timidezza. Potresti aggrottare le sopracciglia e dire che - "ma non lo sto facendo deliberatamente, succede naturalmente!" Ricordi come hai imparato a guidare una bicicletta? Quando hai iniziato è stato difficile. Qualcuno deve tenerti in equilibrio da dietro in modo da non cadere e spezzarti le ossa. E poi hai praticato e praticato. Dopo alcuni contrattempi e poche regolazioni, ora è automatico. Non devi preoccuparti di stare seduto in bicicletta e guidare.

È simile alla tua timidezza. Anche se non te ne rendi conto, ti sei esercitato ad essere timido in alcune aree chiave della vita e quindi ora è automatico. Quello che vogliamo che tu faccia è scoprire i trigger sociali che ti fanno sentire più timido. Per esempio -

  • Sei andato a una festa ed eccoti lì e nessuno ti sta parlando. Ti senti davvero noioso e non vuoi rimanere lì a lungo. Sembra familiare? Considera il prossimo.
  • Sei in riunione. È un evento professionale. Ma anche se ti sei preparato per l'incontro, non vuoi aprire la bocca perché molti oratori si stanno già presentando alla grande e non vuoi sentire un clown tra loro. Ancora una volta, ha senso? Considera il prossimo.
  • Sei seduto con l'intervistatore e non riesci a guardarla direttamente negli occhi mentre parli. La stai guardando e posando gli occhi sulle tue scarpe ancora e ancora e ancora.

Queste cose non sono fattori scatenanti. Cosa è successo prima di questi eventi! Ad esempio, prendi lo scenario dell'intervista. Non puoi guardare negli occhi l'intervistatore mentre parli. Qual è la ragione dietro questo? Poco prima di parlare, ti sei detto che non sei abbastanza bravo o non sai se stai dicendo bene o forse non hai la minima idea di come parlare con fiducia di fronte all'intervistatore. Non importa quale sia, è necessario comprendere il problema e affrontarlo immediatamente. Non è la timidezza ma quello che ti dici prima di sentirti timido fa la differenza.

In che modo la timidezza ti impedisce di diventare la migliore versione di te stesso?

Anche se la timidezza è solo un sottoprodotto, causa molti problemi. Prima di tutto, non ti senti sicuro in tutte le situazioni, il che significa che ti senti in imbarazzo anche di essere in mezzo a una folla. Secondo, non sei in grado di esprimerti completamente. Terzo, ti perdi di incontrare molte persone che possono farti diventare una persona straordinaria (hai sentito parlare del potere dell'associazione!).

Tutte queste cose ti accadono perché ti senti timido nel superarle. Ora, perché ti senti timido e perché parli così con te nel raduno sociale? La prima cosa è che ti senti inferiore a te stesso in mezzo all'intera folla. Non ti senti abbastanza importante e non hai nulla di interessante da condividere. In realtà è solo una facciata, non è reale. Non sei affatto inferiore a nessuno dei presenti al raduno. E hai idee da condividere. Ma perché ti senti inferiore e pensi troppo meno a te stesso di non uscire da questa abitudine tipica.

Permettici di farti una semplice domanda: "Qual è il pagamento?"

Potresti chiederti che potresti avere un profitto nell'essere timido. Ma è vero. Se non hai una ricompensa nell'essere timido o se hai una ricompensa migliore nel non essere timido, non eserciterai l'abitudine alla timidezza. Sarai gioviale. Incontrerai nuove persone. E parlerai loro delle tue idee anche se le idee sembrano sciocche.

Annota i tuoi pagamenti. La maggior parte delle persone non lo capisce. Ma se possono andare in profondità e scoprire il ritorno che stanno ottenendo rimanendo timidi, possono pensare alla loro timidezza con uno sforzo consapevole.

Come puoi superare la timidezza?

No, non esiste una soluzione rapida. Ma puoi fare subito le seguenti cose per sentirti più potente. Pronto? Iniziamo.

  • Vai oltre la tua zona di comfort. Non devi essere come sempre. Cambia i tuoi ruoli. Se non stai mai parlando durante la riunione, inizia a parlare. Anche se pronunci una parola che farebbe. Basta iniziare. E sarai sulla buona strada per superare la timidezza.
  • Decidi di fare una cosa che temi nel raduno sociale. Può essere come dire ciao al pari di cui non hai mai parlato prima o di cui ti sei sentito timido parlare. Fai solo una piccola cosa che ti spaventa e hai finito per la giornata. Con il passare del tempo vedresti che potresti fare cose incredibili a cui una persona timida non potrà mai pensare.
  • Conosci meglio te stesso. Ogni tanto andiamo a un appuntamento. Leggi un ottimo libro, prendi una tazza di caffè e cena nel tuo ristorante preferito oppure puoi sederti sul letto con un questionario che risponde a chi sei e cosa vuoi diventare. Indipendentemente da ciò che fai, devi essere a tuo agio con la pelle per poter essere a tuo agio con gli altri in contesti sociali.
  • Inizia a parlare con estranei. Può essere sciocco come chiedere loro del tempo. Uscire in vacanza. Non indossare un orologio o trasportare un telefono (o metterlo in tasca). Scegli uno sconosciuto e chiedile di cosa si tratta. Se diventi timido di fronte al sesso opposto, prova questo con tre sconosciuti in un giorno. Guarda come ci si sente. Di 'grazie e sorridi.
  • Poni delle domande se partecipi a una riunione. È un ottimo modo per conoscere le persone e iniziare una conversazione. E così saresti in grado di superare la tua timidezza.
  • Non cercare di superare la tua timidezza per sempre. Prendi un incidente alla volta. Parla con te stesso: "Non mi sentirò timido in questa situazione". E questo è tutto. Se parli con te stesso prima di entrare in una situazione, supererai sempre la timidezza. La chiave è prendere un evento alla volta ed essere padrone di quell'evento invece di cercare di concentrarci troppo su per sempre .
  • Inizia una piccola chiacchierata in una riunione. Vai a una festa e guardati intorno. Non limitarti a stare in piedi o giocare con il tuo smartphone. Trova qualcuno che è solo. Vai e inizia una conversazione. Potrebbe sembrare imbarazzante all'inizio. Ma alla fine sarà fantastico. Inizia semplicemente con - “Ciao, sono _________. Cosa ti ha portato qui? ”O dire“ Ciao, sono __________. ”Potresti pensare che cosa potrebbe provare l'altra persona al riguardo. Ma l'altra persona si sentirà fantastica. Ecco perché. Immagina di essere in piedi in una festa. Sei in piedi da solo e stai per estrarre il cellulare dalla tasca e qualcuno si avvicina a te e ti dice: "Ciao, sono questo", non ti sentiresti meraviglioso? Decisamente sì. Migliorerà le tue abilità sociali e ti aiuterà anche ad affrontare la timidezza.
  • La timidezza è in realtà una percezione errata della situazione. Se ti critichi troppo, molto probabilmente finirai per essere una persona timida. Ti critichi per due ragioni fondamentali. Innanzitutto, sei stato criticato troppo per tutto ciò che hai fatto nella tua infanzia. Secondo, finora non hai ottenuto molto nella tua vita. Non possiamo fare molto per il primo. Ma se agiamo sul secondo, alla fine saremo in grado di superare il primo. Ogni giorno prima di andare a dormire, scrivi 5 cose che hai realizzato quel giorno. Può essere una conversazione difficile con il tuo capo, un progetto che hai completato o che hai completato la lettura di un articolo. Non importa cosa sia, prendi nota. Prendere nota ti ricorderà che stai realizzando molto di più di quello che stai realizzando e che un singolo esercizio farà un'enorme differenza nella tua autostima.

Superare la timidezza non è una scienza missilistica. Tutto quello che devi fare è essere consapevole delle radici della timidezza, dei benefici dell'essere timidi e delle chiacchiere che usi prima di affrontare qualsiasi situazione. Prenditi cura di questi e raggiungerai un nuovo livello nella tua vita professionale e personale.